· 

Chakra a 4 zampe

Forse non tutti sanno che anche per gli animali esiste una "mappa dei chakra" che può tornare utile durante il trattamento, specialmente se c'è bisogno di ristabilire equilibrio nei nostri amici a 4 zampe dopo avvenimenti che possono aver causato loro stress (trasloco, viaggi, inserimento nuovo animale in famiglia, nascita di un figlio, maltrattamenti e così via).

Lo schema e la funzione di ogni chakra è molto simile al nostro, solo che nei quadrupedi l'allineamento è orizzontale.

 

Generalmente gli animali sono dotati di un campo energetico più ampio rispetto al nostro e ciò è dovuto al loro naturale istinto di sopravvivenza. Questa caratteristica li porta ad assorbire maggiori informazioni sensoriali; gli animali non-umani, ricevono e distribuiscono l'energia attraverso i chakra individualmente, cosa che li rende sensibili alle vibrazioni sottili ed ai cambiamenti energetici (ad esempio spesso gli animali avvertono in anticipo i pericoli, si agitano prima di un temporale o un terremoto).

Così come nell'essere umano, anche per gli animali qualsiasi cosa provochi un blocco, un'ostruzione o un interruzione nel flusso di energia in uno o più chakra, può provocare l'insorgere di una malattia.

Ed ecco nel dettaglio i chakra "pelosi":

 

Il 1° Muladhara, Chakra della Radice, si trova alla base della colonna vertebrale ed è posizionato all'inizio della coda. E' collegato all'istinto di sopravvivenza ed al mantenimento della forza fisica, della stabilità e dell'umore. Da questo chakra deriva l'istinto di comunicare (abbaiare, fare le fusa, ululare, grugnire ecc ). Quando è sbilanciato, l'animale può manifestare violenza, rabbia, costipazione, timore, pigrizia, essere sottopeso, irrequietezza.

Parti del corpo associate: sistema scheletrico muscolare, fianchi, intestino, zampe.

 

Il 2° Svadhistana, Chakra Sacrale, governa i liquidi del corpo e si localizza a livello dell'apparato genitale e del tratto inferiore della colonna vertebrale. Le sue funzioni sono legate al sistema urinario ed agli organi riproduttivi, non che alle gonadi. Energeticamente è legato all'eccitazione, alla sicurezza ed al senso del gusto.

Quando questo chakra è sbilanciato, l'animale può avere problemi uterini o della vescica, dolori lombari, emotività, difficoltà nello stabilire i confini. 

Parti del copro associate: reni, ghiandole surrenali, sistema linfatico, sistema riproduttivo. 

 

Il 3° Manipura, Chakra del plesso Solare, è situato nella zona dell'apparato digestivo, al centro dell'addome e si riflette attivamente sulla schiena. E' collegato al pancreas, al fegato ed alla digestione. Questo chakra ha anche fare con la forza, gli obiettivi e le origini. Il suo funzionamento è direttamente influenzato dalle emozioni dell'animale.

Quanddo questo chakra è squilibrato, l’animale può manifestare mancanza di volontà, enfasi eccessiva, rabbia, digestione difficile, alimentazione  disordinata, timore, avversione, aggressività. 

Parti del corpo associate: stomaco, fegato, tubo digerente.

 

Il 4° Anahata, Chakra del Cuore, governa il sistema cardiocircolatorio, è localizzato nel cuore, in prossimità delle zampe anteriori, ed è associato a cuore e polmoni, svolge un importante ruolo sul sistema immunitario. Riguarda le emozioni, l'equilibrio, la condivisione. Quando questo chakra è squilibrato l’animale può manifestare tristezza, gelosia, difficoltà ad interagire con gli altri animali.

Parti del corpo associate: cuore, polmoni, timo, sistema immunitario.

 

Il 5° Vishudda, Chakra della Gola, è collocato a livello della gola ed è collegato alla tiroide. Rappresenta il sistema di comunicazione, la creatività e l'espressione. Si ricollega alle funzioni uditive e di vocalizzazione.

Se questo chakra è squilibrato l’animale può sperimentare la  difficoltà di comunicare, essere troppo rumoroso, non ascoltare i comandi impartiti.

Parti del corpo associate: gola, bocca, denti, mascelle.

 

Il 6° Ajna, Chakra del Terzo Occhio, è posizionato nella testa, tra gli occhi ed è associato all'ipofisi. Rappresenta la percezione sensoriale dell'ambiente esterno e la trasmissione al cervello di queste informazioni. E' associato alla consapevolezza, alla sensibilità ed alle sensazioni.

Quando questo chakra è fuori equilibrio l’animale può avere emicrania, problemi alla vista, mancanza dei ritmi naturali del copro,  oltre che la mancanza di concentrazione (occhi lontani o distratti, sguardo cattivo).

Parti del copro associate: testa, ghiandola pineale.

 

Il 7° Sahasrara, Chakra della Corona, è localizzato sulla sommità della testa, tra le orecchie e controlla tutti gli aspetti del corpo e della mente dell'animale. Regola il sistema nervoso e il midollo spinale. E' associato alla serenità, all'equilibrio, alla pace.

Quando questo chakra e’squilibrato, l’animale può manifestare una sorta di depressione.

Parti del copro associate: cervello, pelle, colonna vertebrale, sistema nervoso. 

 

A differenza dell'uomo, gli animali hanno un ottavo Chakra, il Brachiale, considerato il principale centro energetico, mette in collegamento tutti gli altri chakra. Si trova nella zona delle spalle, su entrambi i lati e gioca un ruolo importante nel rapporto tra umani ed animali.

E' associato al plesso bronchiale, ai nervi della testa, del collo e del torace. 

Dato che è ritenuto il canale di accesso a tutti gli altri Chakra, può essere utile nel trattamento di animali nervosi che non tollerano essere toccati altrove e negli animali molto sensibili.

Questo schema riguarda indicativamente tutti i mammiferi, ma io, da antispecista, spero che un giorno qualcuno si prenda la briga di studiare e localizzare i chakra di pennuti, rettili, pesci e qualsiasi altro essere senziente che potrebbe beneficiare della nostra conoscenza dei centri energetici :-)

 

 

Per informazioni sui trattamenti Reiki agli animali non-umani, puoi contattarmi QUI

Se ti piace, condividi: