· 

Introduzione ai Chakra

Trascrizione del video

Prima di iniziare parlare di chakra, è utile accennare a quello che è chiamato SISTEMA ETERICO UMANO.

Nel corso dei secoli filosofi, scienziati, tecnici e mistici hanno in più modi dimostrato l’esistenza di una sfera energetico-spirituale  che circonda quella corporea. Per citarne uno tra i più famosi, Nicola Tesla nel 1880 dimostrò che quando il corpo viene esposto a campi elettromagnetici ad alta frequenza, si evidenzia attorno ad esso una scarica luminosa. 

E alcuni di voi avranno sicuramente sentito parlare della “macchina Kirlian”, messa a punto dal tecnico russo che le ha dato il nome, il quale, riparando un macchinario in ospedale, scoprì  che attraverso l’interazione di correnti elettriche e lastre fotografiche è possibile visualizzare la cosiddetta Aura che circonda non solo gli esseri umani, ma tutto che è composto da energia. 

 

Ma che cosa si intende per AURA? Negli esseri umani non è altro che un insieme di differenti energie che compongono i diversi corpi sottili, compreso il copro fisico che ne fa parte essendo composto di energia più densa ed essendo compenetrato da una serie di energie dense e sottili che costituiscono il corpo eterico e i diversi meridiani che circolano dentro e fuori dal corpo. 

Per cui quando si parla di aura s’intende un’unica unità energetica  che rappresenta un essere umano. In essa sono racchiuse tutte le nostre caratteristiche fisiche, emozionali, mentali, psicologiche e psichiche.

 

Secdono la tradizione esoterica esistono 7 strai dell’Aura chiami anche “corpi sottili”:

 

  • CORPO FISICO
  • CORPO BIO-PLASMICO
  • RAGGI BIO-PLASMICI
  • CORPO EMOZIONALE
  • CORPO MENTALE
  • CORPO CAUSALE
  • CORPO SPIRITUALE 

Sinteticamente si può dire che ogni chakra è collegato ad alcuni di questi corpi sottili.

 

Chakra è una parola sanscrita che indica un movimento, il significato letterale è RUOTA, ma può anche assumere quello di VORTICE.

Il loro numero non è ben definito, alcune culture parlano di 28 o 12 principali, più molti altri secondari. quelli di cui ci occuperemo qui sono i 7 della tradizione yogi, e cioè quelli della linea kundalini. 

In pratica sono centri di energia che sostengono il funzionamento del nostro corpo, sistemi o apparti eterici che raggruppano la gestione di una serie di organi e di altre funzioni che svolgono all’interno dell’Aura; i principali sono connessi alle ghiandole endocrine.

 

Il loro compito principale è quello di essere TRASFORMATORI DI ENERGIA: da una parte assorbono ed elaborano energia vitale per dirigerla verso il corpo fisico e agli altri corpi sottili, dall’altra hanno il compito di espellere l’energia utilizzata, esausta, non più utile o addirittura dannosa, energia quindi generata sia dal funzionamento del corpo che dalla produzione di pensieri ed emozioni negativi.

 

Il loro nome richiama il vortice perché si muovono in senso orario ed antiorario: per circa 18/20 secondi ruotano in senso prevalentemente orario e, contemporaneamente una piccola percentuale ruota in senso antiorario, dopodiché invertono la rotazione.

 

La loro forma è ad imbuto con una bocca circolare ed hanno una proiezione anteriore e posteriore in senso orizzontale, tranne il 1 e il 7 che sono collegati tra loro in modo verticale.

In generale gli anteriori sono legati alla sera emotiva e i posteriori alla volontà. E un ‘altra intercettazione vede i posteriori come rappresentazione del passato (inteso come ciò che non abbiamo risolto) e quelli anteriori relativi al presente.

 

La loro dimensione invece varia in base all’evoluzione personale e si sviluppano pienamente nella loro espressione in momenti diversi della vita:

 

  1. SOPRAVVIVENZA E CRESCITA da 1 a 8 anni
  2. PRIME ESPERIENZE EMOZIONALI dagli 8 ai 14 anni
  3. SOPRAVVIVENZA EMOTIVA dai 14 ai 21 anni
  4. COMPLETAMENTO DEGLI ASPETTI MASCHILI E FEMMINILI dai 21 ai 28 anni
  5. INTELLETTO INDIVIDUALE  dai 28 ai 35 anni
  6. INTUIZIONE, COLLEGAMENTO INDIVIDUO-COSMO nella maturità
  7. SAGGEZZA, CONOSCENZA DEL SE', CONOSCENZA DELLO SPIRITO nell'anzianità  

L’energia scorre attraverso le NADI (cioè canali, tubi) che percorrono tutto il corpo e convergono, appunto, nei centri energetici/chakra. . Le tre più conosciute sono appunto quelle della linea kundalini che attraversano la colonna vertebrale avvolgendosi a spirale (se avete presente il simbolo del CADUCEO è la perfetta traduzione di questo flusso).

 

Ogni centro di energia è legato ad organi, parti del corpo specifiche, sistema nervoso ecc , ecco perché il loro equilibrio è fondamentale per il mantenimento del nostro benessere psico fisico.

Il problema energetico di un chakra nasce sempre da un conflitto inconscio che la persona vive in un settore della sua vita. A seconda del settore coinvolto si manifestano determinate alterazioni caratteriali, emozionali e fisiche. 

Per conflitto si intende un arresto improvviso del flusso di energia vitale, causato da una incompatibilità tra la situazione esterna e il sistema emozionale della persona. 

 

Nei prossimo video vedremo nel dettaglio ognuno dei 7 chakra principali della linea kundalini , i loro temi centrali, le corrispondenze con le varie parti del corpo, disturbi fisici e psichici associati, significati e tanto altro.

 

A presto :)

Se ti piace, condividi

Scrivi commento

Commenti: 0