· 

Metodo Ilahinoor: cos'è, a cosa serve, da dove viene

Ilahinoor (o Ilahnur) è una parola turca che significa letteralmente "divino".

Il metodo, ideato da Kiara Windreder (si rimanda alla fine dell'articolo per informazioni biografiche), si basa sul campo morfogenetico*, ed è stato sviluppato attraverso varie pratiche iniziatorie del vecchio Egitto e della tradizione sufi. 

 

Ilahinoor consente l'integrazione della mente subconscia con la saggezza del super-cosciente. In tal modo permette al sé cosciente di esprimere una qualità più profonda, risvegliando il proprio potenziale interiore.

La tecnica di base prevede di formare un ponte tra il sistema limbico, un'area del cervello associata alla mente subconscia e le aree del cervello che si collegano con il sé superiore. In questo modo, la piena capacità creativa del sé superiore può fluire attraverso le nostre vite al fine di guarire, incarnare il nostro scopo divino e manifestare nuove realtà. 

 

👉* Campo Morfogenetico: 

Intorno agli anni '70, Rupert Sheldrake, biologo e saggista britannico, iniziò a interessarsi all’enigma della forma che gli esseri viventi assumono in natura. Prendendo come riferimento il volo degli stormi di uccelli, o la formazione dei cristalli, fino a considerare le molecole proteiche del corpo umano o la formazione di cellule diverse a partire da un unico DNA, Sheldrake individuò la presenza di una forza invisibile presente nel sistema ma non identificata con uno dei suoi componenti, bensì col sistema stesso.

Scrive Sheldrake: «Quello di cui si occupa la mia teoria sono i sistemi naturali che si organizzano da soli, e riguarda la causa della forma. E la causa di tutte queste forme per me sono campi che organizzano, campi che definiscono, che io chiamo “campi morfici”, dalla parola greca morphè che significa forma»

 

Dopo anni di studi e riflessioni, con la pubblicazione di "A New Science of Life" (1981) e "The presence of the past" (1988), Sheldrake propose per la prima volta l’ipotesi dell’esistenza di un “campo morfogenetico”, e formulò i tre principi base dell'ipotesi della Causalità Formativa: 

 

1. I campi morfogenetici sono un nuovo tipo di campo che fino ad ora non è stato riconosciuto dalla fisica: non potranno mai essere realmente compresi attraverso le concezioni meccanicistiche classiche, ma richiedono concetti assolutamente nuovi.

 

2. Così come gli organismi alla cui formazione presiedono, si evolvono. Hanno una storia e, grazie a un processo chiamato risonanza morfica, contengono in sé una memoria. Ogni individuo facente parte di una specie, attinge alla memoria collettiva della specie e si sintonizza con i suoi membri passati, a sua volta contribuendo all'ulteriore sviluppo della specie stessa.

 

3. Fanno parte di una famiglia più vasta di campi, detti campi morfici: così come i campi già noti dalla fisica, essi sono memorie di influenza all'interno dello spazio-tempo, localizzati dentro e intorno ai sistemi che organizzano e strutturano con le loro informazioni. Essi presiedono e organizzano i sistemi, ponendo ordine al caos e all'indeterminismo. Inoltre comprendono in sé e connettono le varie parti del sistema o dei sistemi che organizzano.

 

La funzione basilare dei campi morfici è quella di imporre un ordine all'indeterminismo dei sistemi che presiedono: essi lavorano a livello subatomico, agendo come restrizioni programmate e schematizzate sulla moltitudine di eventi probabili. I campi morfici guidano i sistemi verso obiettivi specifici, che rappresentano i limiti verso i quali un sistema dinamico viene attratto (quelli che Renè Thom nella sua teoria del caos e delle catastrofi chiama "attrattori"). 

✍️ Note sull'Autore del metodo Ilahinnor: 

 

KIARA WINDREDER - Dottore in Psicologia, Master in Terapia Familiare e scrittore di diversi libri, tra cui il bestseller "Anno Zero: il tempo del grande cambiamento".

 

La forte spinta verso la guarigione ambientale, la pace e la giustizia sociale lo hanno portato a conseguire una doppia laurea in Studi sulla pace e sviluppo internazionale al Bethel College in Kansas. Ha poi completato un programma di specializzazione in Psicologia e Counseling Transpersonale all’Università JFK di Orinda, in California. Successivamente ha lavorato per molti anni in un centro psichiatrico alternativo chiamato Pocket Ranch Institute, specializzato nella guarigione da trauma emotivo e nella facilitazione al riconoscimento della spiritualità personale.

👉 SE  VUOI PROVARE IL METODO ILAHINOOR, CONTATTAMI

Se ti piace, condividi

Scrivi commento

Commenti: 0