· 

Muladhara: Chakra della Base o Radice

In sanscrito “mula” significa radice e “adhara” significa supporto, base o sorgente di ogni cosa.

E’ chiamato anche Centro della Radice, rappresenta quindi la base, il sostegno, la sicurezza.

E’ localizzato nella zona del perineo.

Questo chakra è la base per le 3 nadi principali (Ida, Pingala e Sushumma) e, secondo la tradizione, sede dell'energia  Kundalini.

 

Più di ogni altro, questo è il chakra collegato alla Madre Terra e controlla, appunto, l’elemento terra, è quindi molto importante per tutte le attività materiali e la materializzazione. 

 

Un delle nadi ad esso collegata sale fino al naso, per cui questo centro energetico è legato al senso dell’olfatto. Inoltre da energia a tutto il corpo: midolli, muscoli, legamenti, sangue, pelle, denti, capelli, unghie, ghiandole surrenali, tessuti del corpo e degli organi interni.

Regola la temperatura corporea  e controlla la crescita del corpo. 

 

Facile da qui capire quali sono le problematiche associate al suo cattivo funzionamento: malattie alle ossa, legamenti e pelle. Se è svuotato di energia vitale può causare caduta dei capelli, rendere unghie fragili. oppure può manifestarsi con problemi ai denti o anche disturbi del sonno (ad esempio quando non si riesce a dormire perché il corpo non riesce a stare fermo).

Se ha energia in eccesso può provocare iperattività.

Data la sua influenza sulle ghiandole surrenali, è in gran parte responsabile della gestione dello stress.

Insomma, in pratica tutte le funzioni vitali del nostro corpo dipendono da questo chakra.

 

Ma è importante anche per le funzioni cerebrali, fisiche e cognitive: infatti, dal punto di vista psichico influenza l’istinto di sopravvivenza, la volontà di rimanere nella realtà e la capacità di muoversi, sia in senso fisico che psicologico.

Se non è ben funzionante può generare depressione anche stati di ansia  e, se associato ad un plesso solare anch’esso non equilibrato, si possono manifestare attacchi di panico. 

Un’energia bloccata nel chakra radice, può manifestare anche sintomi come: dolore ai reni, mani e piedi freddi, gambe gonfie, problemi agli organi riproduttivi o alla muscolatura del bacino.

A livello emotivo, la persona può sentirsi insicura, incapace di realizzarsi nella vita e nel lavoro, con problemi economici  e difficoltà a raggiungere una vita prospera. 

 

Dato che è legato all’istinto di sopravvivenza, risponde alle nostre emozioni e pensieri negativi , che ne possono far calare il livello di energia vitale, creando disarmonia nella persona. 

In modo particolare, la mancanza di fiducia in noi stessi “svuota” di energia il chakra della base. Quando, per esempio, neghiamo la nostra capacità di fare, realizzare, affrontare, risolvere cambiare, perdonare e amare, “avviliamo” questo chakra che diventa più piccolo, come se involvesse. Se questo accade, le vibrazioni che il chakra produce ed emette intorno a noi non saranno più adeguate a richiamare energie positive (questo, nella pratica, si può manifestare con una diminuzione di occasioni e opportunità che la vita ci offre)

 

Muladhara è il centro energetico dove viviamo la dimensione dell’AUTONOMIA, la capacità di reggersi sulle proprie gambe in tutti i sensi, e di sentirci al sicuro.

 

Quali sono, dunque,  e a cosa sono legati i CONFLITTI legati al 1° Chakra?

Va prima di tutto precisato che, quasi sempre, e in particolare modo per il primo, i conflitti presenti nei chakra sono ereditari, legati quindi alla famiglia di provenienza, anche riguardanti avi molto antichi.

Troviamo quindi le seguenti caratteristiche legate all'interruzione del flusso di energia, causato dall'incompatibilità tra situazione esterna e sistema emozionale della persona (conflitto):

 

AUTONOMIA - si manifesta con la difficoltà di sentirsi bravi, all’altezza, manca quindi un rapporto primario con la fiducia. Si presenta con forte stress e la sensazione di essere privi di forza interiore e fisica.

 

CONCENTRAZIONE - In questo caso la persona non conosce le proprie capacità, i propri talenti, la propria vocazione. Spesso è eccessivamente ostinata.

 

ESSERE IN BALIA DEGLI ALTRI - la persona percepisce la vita come una lotta senza fine, nella quale non può essere se stessa. tende a rimanere immobile, temporeggiare, cambiare il proprio modo di essere per compiacere gli altri..

La persona tende alla rinuncia perché ha appreso che vivere i corpi talenti, essere se stessa, soddisfare i propri bisogni, è qualcosa che viene punito, e quindi reprime tutti questi aspetti. 

 

AUTOCONTROLLO ESTREMO - La persona rinuncia ad essere se stessa e soddisfare le proprie necessità per paura di rimanere sola. Associa un’idea di pericolo alla libertà di essere se stessa. E’ un reprimere estremo, appunto, dei propri desideri e delle proprie capacità. 

 

Ciò che accomuna tutte queste situazioni di conflitto è la PAURA della sofferenza a qualsiasi livello e la tendenza alla malinconia.

 

Si può aggiungere, per concludere, che qualsiasi squilibrio sia presente su uno degli altri chakra, ha una percentuale di concausa con il primo. Per cui, mantenere viva l’energia di questo centro che ci collega alla vita, è la base per l’equilibrio di tutti i centri superiori .

 

Corrispondenze


COLORE: 

rosso

 

PETALI:

 

 

MANTRA: 

Lam

 

ANIMALI SIMBOLICI: 

elefante

 

ELEMENTO: 

terra

 

VOCALE: 

U

 

FUNZIONE SENSORIALE: 

respiro

 

PIANETA: 

Mercurio

 

ESSENZA: 

cedro

 

PIETRE: 

diaspro rosso, granato, ematite, rubino

 

ALBERO DELLA VITA:

 Malkuth, il Regno

 

TAROCCHI: 

il Mago, l’imperatrice e la Papessa 

  

 

NOTA MUSICALE: 

Do

 

SIMBOLO GEOMETRICO: 

un triangolo con il vertice verso il basso, racchiuso in un quadrato 

 

PRESENZA ANGELICA: 

Arcangelo Michele

 

TEMI CENTRALI: 

sopravvivenza, contatto con la terra, fiducai, sicurezza materiale, stabilità 

 

DISTURBI FISICI: 

problemi intestinali, disturbi al nervo sciatico, vene varicose, dolori alla schiena, malattie delle ossa, disturbi alla vescica, disturbi ai reni, oscillazioni della pressione sanguigna

 

DISTURBI PSICHICI: 

debolezza, depressione, scarsa fiducia, fobie, dipendere troppo dagli altri

 

MEDICINA CINESE: 

VG1 Vaso Governatore 1 (abbondanza nella forza)

 

ORMONI: 

cortisolo, adrenalina, noradrenalina 

 

PARTI DEL CORPO: 

intestino crasso, coccige, ossa, gambe, piedi


Se ti piace, condividi:

...e scrivi qua i tuoi commenti

Scrivi commento

Commenti: 0