Candele magiche


L’uso del fuoco nelle pratiche magiche e religiose, è antichissimo. Probabilmente all’inizio gli elementi che vennero usati furono le braci ardenti ed i falò, affiancati successivamente, dalle lucerne ad olio e le torce. Nelle antiche civiltà, fiaccole e lucerne servivano a molteplici utilizzi, compresi rituali sacri.

Le candele arrivarono molto più tardi, ma si ritagliarono ben presto il loro posto d’onore, affascinando l’uomo per diversi secoli e arrivando immutate fino ad oggi.

L’uomo moderno, nel pieno dell’ era tecnologica, continua ad essere affascinato dalla semplice e “misteriosa” bellezza delle candele. 

Si utilizzano le candele durante le feste ( compleanni, ricorrenze ecc.), per illuminazione all’aperto, per rendere più calda ed accogliente l’atmosfera della propria abitazione, ecc.

 

Le candele si sono imposte come uno strumento molto importante nella ritualistica religiosa e magica.

Solitamente effettuare rituali con le candele è una pratica relativamente semplice e molto efficace. Sono strumenti, canali, simboli utilizzati con un preciso intento e significato.

 

La candela rappresenta l’elemento fuoco, ma in realtà in una candela accesa vengono simbolicamente, e non solo, rappresentati tutti e quattro gli Elementi:

 

  • la fiamma che brucia rappresenta il Fuoco
  • il fumo e l’aria calda messa in movimento dalla fiamma rappresentano l’Aria
  • la cera liquida intorno allo stoppino rappresenta l’Acqua
  • il corpo solido della cera, rappresenta la Terra

 

 

UNZIONE O VESTIZIONE DELLA CANDELA


Le candele acquistate dovranno essere preparate, caricandole dell’energia necessaria, tramite l’intenzione rituale o desiderio dell’officiante. Questa pratica viene chiamata unzione o vestizione della candela.

 

La vestizione delle candele si esegue cospargendo quest’ultima con oli essenziali o con oli opportunamente preparati e trattati.

L’olio (o l’essenza) che adopereremo sarà in linea con lo scopo che ci siamo prefissi, ungeremo la candela, pensando (o meglio visualizzando) il compimento del risultato che vorremo ottenere. In alcune occasioni, in base all’azione o rito da svolgere verranno tracciati sulla candela anche dei simboli o sigilli che attrarranno il tipo di Energie di cui abbiamo bisogno dando più forza al rituale.

L’energia della visualizzazione si unirà con l’energia dell'olio usato che a sua volta si unirà con l’energia della candela , che si unirà con l’energia dei sigilli (quando usati), che bruciando invierà nei Mondi Invisibili, ed in particolare sul piano astrale l’intenzione rituale.

Esistono diverse tipologie di vestizione, differenziate in base all’esperienza, studi, correnti di pensiero, intenzioni dell’officiante.

Se il desiderio o intenzione rituale è quella di attrarre,

applicheremo l'olio su tutta la candela, con un movimento che parte dagli estremi della candela terminando al centro. Partendo dalla punta, verso il centro, e poi dalla base verso il centro.

 

Per allontanare invece, l'olio verrà applicato sempre su tutta la candela, con un movimento che parte dal centro della candela per terminare ai suoi estremi, partendo dal centro verso la punta e poi dal centro verso la base.

 

Altro tipo di vestizione si esegue partendo dalla base verso la punta (per l'allontanamento ) e partendo dalla punta verso la base (per l’attrazione ) .

Se dobbiamo incidere simboli, rune o sigilli, in relazione al rituale e/o allo scopo dello stesso, andrà fatto prima della vestizione; possiamo tracciarli a punta di coltello o chiodo , con un bastoncino di legno naturale appuntito come ad esempio il rosmarino, arancio ciliegio, o altra pianta  aseconda del tipo di rituale che andremo a compiere . In caso di emergenza andranno bene anche uno stuzzicadenti, o la punta si un pennino.

 

Sconsiglio l’accensione delle candele magiche, con dei fiammiferi onde evitare possibili inconvenienti causati dallo zolfo contenuto nella testa dei fiammiferi, poiché questo materiale è in relazione con energie appartenenti ad entità negative. E’ possibile usare un accendino bianco (del tipo usa e getta), appositi bastoncini cerati, una candela bianca o di cera grezza d’api (la candela da destinare all’accensione delle candele rituali deve avere solo questa funzione).

Per spegnere la fiamma della candela, useremo le dita oppure un pratico spegni candela o smoccolatoio. Non si soffia sulla candela.

Spegnere il fuoco con il nostro soffio è solo in alcuni casi specifici, ritualmente corretto. Soffiare sulla candela significa allontanare, annullare il potere del fuoco/luce della fiamma. Quindi nel migliore dei casi rischieremmo di inquinare il rituale.

È comunque preferibile lasciare che la o le candele impiegate si consumino totalmente.

Ci disferemo della cera residua (quando la candela avrà smesso di ardere ed avremo concluso il rituale), in base al tipo di lavoro che si è svolto.

In linea di massima per rituali di purificazione, o comunque di allontanamento di energie/entità negative, ci inumidiremo le mani con del sale  preleveremo i residui, mettendoli in una bustina di carta con un po di sale. Il tutto andrà gettato in acqua corrente, un fiume o un torrente, ancora meglio se scorre verso ovest.

Se si è impossibilitati a recarsi presso un rivo d'acqua, allora si potranno gettare nel WC ( questa comunque non deve poi divenire un' abitudine per pigrizia).

In alcuni rituali di protezione i residui andranno tenuti mettendoli in un sacchetto di lino o cotone rosso, in altri gettati sempre in acqua corrente.

In riti di prosperità generalmente andranno sotterrati in terra, magari hai piedi di un albero. Oppure se se ne ha la possibilità sotterrati in vaso con una pianta che terremo nell'attività lavorativa a simboleggiare ulteriormente la crescita.

I COLORI


La magia delle candele, sarà ancor più efficace e finalizzata considerando le corrispondenze magiche e cromatiche. Difatti in base al colore di cui è costituita, il suo significato varia considerevolmente fino al punto in cui la scelta di una specifica candela viene fatta soprattutto in base al suo colore. 

Dobbiamo infatti considerare che sia la candela che i colori irradiano specifiche energie, che dovranno essere allineate con il nostro obiettivo , desiderio, intenzione rituale. 

 

I colori hanno un’importanza primaria nella magia, sono al tempo stesso simboli e fonti irradianti di energia. Ogni colore possiede un legame con le energie astrali dei Pianeti, delle Divinità, degli Elementi, ed i giorni della settimana. I colori ne incarnano le specifiche qualità, vibrando su determinate lunghezze d’onda, che si collocano in sintonia con le vibrazioni energetiche corrispondenti alle Forze o Poteri superiori chiamati.

 

I colori principali da usare sono quelli naturali dello spettro luminoso, dell’arcobaleno, a cui aggiungiamo, i due estremi, il nero ed il bianco:

 

- nero 

- rosso 

- arancio 

- giallo 

- verde 

- azzurro 

- blu, indaco 

- viola 

- bianco 

 

Una contraddizione apparente sull’uso dei colori nella magia, è la duplice assegnazione dei significati : un colore che viene rappresentato come positivo e benigno si scopre possedere caratteristiche negative e maligne in alcune occasioni e viceversa. Questo si spiega, in realtà, con la dualità che coinvolge ogni aspetto dell’esistenza sia materiale-fisica che spirituale-energetica, e quindi anche i colori. Ogni cosa possiede un aspetto positivo ed uno negativo.

NERO

 

Il nero è assenza di colore, non emette radiazioni ma le assorbe allo stesso modo di un buco nero che assorbe la luce. È il colore simbolo della fecondità incondizionata, assoluta, intesa come potenziale, come sorgente primordiale della vita, il cui sviluppo naturale è il verde come fecondità rigogliosa. È il simbolo dell'Unità Primordiale, dove tutto era essenza, forza potenziale ed eguaglianza. Il colore nero rappresenta la realizzazione totale e l'Assoluto, è il potenziale. Il nero è il niente ed il tutto contemporaneamente, è un colore spugna, nel senso che assorbe tutto indipendentemente che sia esso positivo o negativo.

 

Bisogna saper gestire questo colore, in quanto proprio in virtù dei suoi poteri assorbenti, può distruggere l’incauto  che ne fa uso senza avere una volontà forte, ed una buona conoscenza di se stessi. La stessa cosa può accadere con il viola, anche se con valenze energetiche meno potenti.

Il nero è sicuramente un colore difficile da gestire, e dominare, ma non è un colore negativo, come si potrebbe essere indotti a pensare, possiede sia valenze positive che negative.

Simboleggia il distacco (inteso più come freddezza nei rapporti che come una vera e propria separazione), la stabilità, la responsabilità. Inoltre è utile nella meditazione, in quanto al buio (nero), si ha la sensazione di essere puro pensiero, di aver trasceso il corpo fisico.

 

Astralmente è associato a Saturno, è uno dei colori simbolici che identificano la Divinità femminile durante un rito; inoltre in rituali dedicati alla Dea Anziana ed alla sua Magia, il nero è il colore più rappresentativo. Viene usato anche nella celebrazione di Samhain. 

 

ROSSO

 

Simbolo della vita, dell'energia, del coraggio, della passione, è associato a Marte (il Dio della forza combattiva) ed al sangue, che è posto sotto il suo dominio, corrisponde al 1° Chakra. 

 

Il rosso è un colore molto forte, è energia vitale, è caldo, associato alla combattività, al fuoco, alla vitalità, alle battaglie, alle scariche di adrenalina; ed è legato all'attività ghiandolare e nervosa e quindi ha un significato inerente l'impulso del desiderio nelle sue molteplici forme. Esprime il bisogno di ottenere dei risultati, il successo e il bisogno di situazioni che possano offrire una vita intensa e ricca di esperienze. Ma attenzione che il “fuoco” del rosso può anche bruciare. 

 

Questo colore in piccole quantità può essere terapeutico per le persone depresse, è il colore delle emozioni forti, violente e della sessualità. 

Il rosso se utilizzato da solo catalizza intense energie. Utilizzato con altri colori ne intensifica l'energia.

Nella magia delle candele viene usato per proteggersi, per stimolare la combattività, l’energia, il sesso, nei rituali di Marte.

ARANCIO

 

Colore tiepido, molto utile nei casi di depressione , dona vitalità, senza avere la forza violenta del rosso. Nei casi di tristezza e depressione aiuta ad uscirne. È posto sotto l influenza planetaria di Mercurio e corrisponde al 2° Chakra Può venire utilizzato al posto dell' oro per rappresentare il Dio ed è uno dei colori rituali di Samhain.

 

Colore del Sole al tramonto, quindi del fuoco non distruttivo, L'arancione è il risultato della mescolanza dei colori rosso e giallo. Il suo contenuto emotivo è il desiderio depurato dallo Spirito. L’arancione, è il punto di equilibrio tra il giallo (Sole, mente-intelletto)ed il rosso (sangue-vita, mondo dei sensi); rappresenta la percezione delle emozioni e delle passioni da un punto di vista fisico, è strettamente connesso all’energia fisica e mentale.

 

Stimola l’ottimismo, l’indipendenza, l'attrazione, l'allegria, favorisce le intese terrene; si usa per ottenere successo, potere, attrarre amicizie e buoni eventi, è utilizzato nelle questioni legali, questioni materiali, d'affari, di fortuna, intelligenza, favorisce il superamento delle inibizioni e dei condizionamenti. Viene usato in terapeutica magica per stimolare la vitalità, per alzare il livello energetico a tutto l’organismo, in particolare al cuore, colonna vertebrale, testa ed apparato riproduttivo e come aiuto nella depressione.

GIALLO

 

Colore caldo che viene associato al Sole ed al 3° Chakra, al mercoledì e a Mercurio; è indossato da chi vuole farsi notare e dopo il rosso è il colore energeticamente più forte. Simbolo della luce e del potere della mente, incrementa la lucidità mentale, stimola l'intelletto, l'immaginazione, il fascino, la persuasione. Infonde un effetto di luce, allegria e ottimismo, a causa delle sue qualità di brillantezza e riflessività. Rappresenta l'affetto disinibito, l'apertura mentale, il rilassamento (a livello psicologico rilassarsi significa riuscire ad abbandonare problemi, fastidi, restrizioni), il mutamento, la distensione. 

 

E' legato al sistema nervoso del simpatico e parasimpatico e al plesso solare. 

Indica energia fisica ed intellettuale, successo, gloria, prosperità, favorisce la realizzazione dei progetti; aiuta la memoria, gli studi, gli affari, il lavoro. Consigliato quando il rituale è svolto per tenere a galla e far rifiorire le attività commerciali che non vanno bene. 

Utilizzato con altri colori aiuta a portare chiarezza in una determinata situazione, attraverso il raffinamento di un particolare intuito creativo.

VERDE

 

Il verde è un colore magico e mistico di grande importanza, è la linfa vitale che corrisponde al rinnovamento, al nutrimento, all’energia della natura, legato ai cicli vegetali e stagionali ed alla Dea Madre. Il verde è uno dei colori di Venere , simbolo di fertilità e crescita , precisamente della Venere -Toro che rappresenta la Dea Madre e la Natura; l’altro è il rosa della Venere –Bilancia, nel suo aspetto di Dea dell’ amore; rappresenta la fermezza, la costanza, la resistenza ai mutamenti.

 

Ha un'azione riequilibrante sul sistema nervoso psichico e fisico e in affinità con Venere può sostituire il rosso nei riti d'amore. È associato al 4° Chakra. 

Si tratta di un colore freddo ed è poco adatto alle persone depresse; inoltre aiuta nella rigenerazione delle ferite.

Dà l’impulso allo sviluppo di una affinità con la Natura, in particolare con gli alberi e piante e la crescita dell' amore. Secondo alcune tradizioni, per il suo delicato equilibrio, bisogna fare attenzione a mischiarlo con altri colori e soprattutto mai con il rosso.

 

Nella magia delle candele viene usato nei rituali per far crescere l’amore, in quelli per la prosperità, ed in tutte le situazioni in cui è richiesto sviluppo protezione ed accrescimento in genere; per favorire i guadagni e i miglioramenti economici, la bellezza, fertilità, guarigione, fortuna.

 

AZZURRO

 

Per molte culture è il simbolo di quelle divinità solitamente associate al cielo. È rilassante, purificante, indicato per meditare, simbolo della pace e dello spirito. 

Inserire l’azzurro in un ambiente induce serenità interiore, calma il respiro e le emozioni intense, favorisce i sogni. 

Colore della conoscenza, della saggezza, dell'ispirazione, per allontanare ogni forma di male.

 

Facilita la concentrazione e la meditazione, esercita un ruolo catalizzatore per le emozioni positive, in particolare riguardo all’amore, l’amicizia, la stima. Favorisce le riconciliazioni e la stabilità nelle relazioni o legami affettivi importanti; favorisce la pace e la tranquillità nella vita domestica. Utile per propiziare lieti eventi quali il matrimonio, fidanzamento, una nascita, la laurea. Usato a scopo curativo e mantenimento della salute in genere, è particolarmente indicato per le infezioni in genere, e l’apparato bocca-gola.

In combinazione con altri colori conferisce stabilità e forza ad un rituale.

Nettuno è il pianeta astralmente corrispondente all’azzurro.

 

BLU - INDACO

 

Associato a Giove, ed al 6° Chakra, rappresenta il cielo illuminato dalla notte stellata, gli oceani. Le profondità oceaniche che il colore rappresenta corrispondono nell’essere umano alle profondità della nostra psiche.

Per alcuni versi simile al nero non ne ha però la pericolosità, in quanto c’è colore, luce.

Il blu è l’universo che si manifesta, mentre il nero è l’universo non ancora manifestatosi.

 

Aiuta ad oltrepassare la soglia della materialità quando si pratica la meditazione, Il blu favorisce la comunicazione e la presenza astrale.

Il blu rappresenta il colore dell'Anima, l'acqua calma e profonda, la lealtà, la profondità dei sentimenti, la conoscenza, la Dea delle acque, l'acutezza meditativa. Comunica una sensazione di completa calma, pace, eternità, serenità, quiete, armonia, sicurezza e unione, gioia e piacere di vivere.

Nella magia delle candele il Blu assume sia valori spirituali che materiali, sia con valenze positive che negative, inoltre lavora molto bene come catalizzatore in armonia con tutti gli altri colori. Utilizzato da alcuni per sostituire bianco e nero quando se ne è sprovvisti.

Usato in opere di protezione, per avere l'appoggio di persone influenti, per allacciare amicizie importanti.

Dona protezione, potere occulto, ispirazione, saggezza, calma agli animi, induce fedeltà in un rapporto.

VIOLA

 

Colore mistico per eccellenza, ed associato al 7° Chakra, alla crescita spirituale; il viola porta a riflettere, è utilizzato per liberare la mente, nella meditazione profonda, per ritrovare serenità ed equilibrio interiore, per la proiezione astrale.

 

E' utilizzato per richiedere energia e potere, costruendo la propria forza interiore ed ampliando la spiritualità. Colore protettivo, quando viene utilizzato con altri colori energetici rende tutto possibile.

E' l'unione mistica, la fusione tra la percezione e la materia , il pensiero e lo spirito, l'idea e la sua realizzazione.

Con questo colore si rischia di distaccarsi troppo dalla realtà, e perderne il senso, il suo abuso produce malinconia, tristezza, letargia. Per riconnetterci possiamo usare del rosso o del marrone, in quanto sono dei colori molto poco spirituali , più materiali.

Secondo la tradizione magica occidentale il viola viene associato a Saturno, rappresentandone il lato spirituale.

Il viola é il vero colore dell' energia. E' utilizzato per richiedere energia e potere, costruendo ed espandendo la forza interiore o attraverso mezzi spirituali. E' anche colore protettivo. Utilizzato con altri colori energetici rende tutto possibile.

 

BIANCO

 

Colore attribuito alla Luna, ed ovviamente usato nella magia lunare, possiede nella magia delle candele caratteristiche universali, può sostituire qualsiasi colore che non sia disponibile.

Ha un equilibrio delicato e deve essere utilizzato con cautela assieme ad altri colori. Può sostituire l' argento nella rappresentazione della Dea.

Serve a purificare gli ambienti e le persone dalle negatività, od anche per ripristinare l’armonia dopo un litigio. 

 

Colore della purezza e dell’innocenza, simbolo della luce e della luce spirituale, viene anche usato per “illuminare” una situazione oscura.

 

Ha aspetti positivi di armonia, purezza, pulizia, purificazione, innocenza, luce, verità, pace, sincerità speranza, modestia, protezione, salute guarigione e terapeutica magica, influenze benefiche , amore, viaggi, arte, poteri occulti, chiaroveggenza, visione astrale, meditazione, forza psichica. Potenzia anche le protezioni astrali e disperde le negatività.

 

 

 

(rielaborato e tratto da lefrondedelnemetron.blogspot.com)

Seguimi su FACEBOOK INSTAGRAM

 

CIAO! Sono Eleonora e questo è il mio blog

 

So che un giorno ogni Donna riscoprirà il suo Potere Magico, portando gioiosa consapevolezza nella sua vita e nel mondo.